top of page

Dr. Alberto Del Prete - Considerazioni sul Coronavirus



Buongiorno a tutti!

Sono il Dr. Alberto Del Pret,direttore sanitario di Progetto Futuro Infanzia

In questi giorni in cui tutti noi siamo inondati di notizie sul Coronavirus mi sembrava

giusto condividere un pensiero su questo argomento con le persone che mi onorano della

propria fiducia.


Oggi è il 16 Marzo, ed è già passato molto tempo da quando il Coronavirus è entrato nelle nostre vite, dichiarandoci guerra e limitando la nostra libertà, cambiando completamente le nostre abitudini. Siamo scesi in trincea, giorno dopo giorno abbiamo conosciuto sempre qualcosa di più di questo nemico, abbiamo preso le armi per combatterlo. Ma siamo solo alla prime fasi di una lotta che si preannuncia dura e faticosa…


Se adesso proviamo a chiederci: ma è davvero così brutto e cattivo questo virus?

Dobbiamo risponderci SI,LO E', perché mette in pericolo la vita di tante persone fragili;

ma sappiamo anche con certezza che bambini, giovani e adulti in buone condizioni

guariscono dall’infezione. Si guarisce in 2 settimane, se non ci sono complicazioni!

Ci vuole un po' di più se il virus colpisce i polmoni, può succedere anche a chi non ha

alcun problema nel momento in cui prende l’infezione; ma anche chi si ammala

seriamente può guarire se viene curato bene.


Ed è proprio questo il motivo per cui, anche chi non corre rischi particolari, deve

combattere con tutte le sue forze contro il virus: la parola d’ordine di tutti i combattenti la

conoscete:


Stare a casa significa:

- Ridurre la diffusione del virus;

- Ridurre il numero delle persone che si ammalano ogni giorno;

- Ridurre il numero di casi gravi, che devono essere curati in ospedale.


Significa, in fin dei conti, consentire a tutti di ricevere le cure appropriate.

Nei giorni passati dall’inizio del contagio, e sembrano già tanti, piano piano abbiamo

imparato le strategie di questa guerra, ma ancora non ci siamo, perchè il virus ci ha

anticipati, ci ha colti impreparati e si è preso un vantaggio su di noi.


Se guardiamo i dati forniti dalla Protezione Civile, aggiornati al 14 marzo, il numero dello persone che si sono ammalate giorno per giorno, dall’inizio del contagio, è aumentato in modo pressochè costante.




Gli ospedali, che stanno dando fondo a tutte le risorse di uomini e mezzi, sono prossimi al

limite della capacità di cura. Ma a breve, forse fra 2 – 3 giorni, dovremmo vedere i primi effetti della nostra battaglia, la diminuzione del numero dei contagi. Poi ci sarà ancora da lottare: settimana per settimana sapremo quanto siamo stati bravi ed efficaci, per quanto tempo dovremo ancora stare a casa, quando potremo riprendere a selezionare con attenzione le cose che possiamo fare e quelle che non dobbiamo fare; piano piano incominceremo a capire quando potremo riprendere le nostre vecchie abitudini.


Ci vorrà pazienza, resistenza: se guardiamo l’esempio della Cina, ci vorranno 2 mesi

forse più per rialzare davvero la testa, ma facendo tesoro di ciò che abbiamo imparato,

passo dopo passo, ci riprenderemo la nostra vita.


In questi giorni, il Centro Progetto Futuro Infanzia è rimasto chiuso, e resterà chiuso almeno fino al 23 marzo; ma le persone che lavorano con me (logopediste, psicologhe, terapiste della neuropsicomotricità) si stanno organizzando per mantenere un contatto con i bambini e le loro famiglie, suggerendo attività da svolgere a casa, proponendo “pillole di attività” che gradualmente verranno pubblicate qui, sul nostro sito.

E’ un modo per colmare, almeno in parte, un vuoto, e per non spezzare il filo teso con i

bambini e le loro famiglie. Poi, se le condizioni generali lo permetteranno, in modo graduale le attività in sede verranno riprese, con tutte le precauzioni e le cautele necessarie.


Un saluto a tutti e, per concludere, lasciatemi condividere la speranza di tutti :

ANDRA' TUTTO BENE!


Dr. Alberto Del Prete

73 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page