top of page

MINDFULNESS IN GIOCO

Mindfulness significa porre attenzione in un modo particolare: intenzionalmente, nel momento presente e in modo non giudicante.


𝗤𝘂𝗮𝗹𝗶 𝘀𝗼𝗻𝗼 𝗴𝗹𝗶 𝗼𝗯𝗶𝗲𝘁𝘁𝗶𝘃𝗶 ?

  • sintonizzarsi con i propri pensieri, emozioni e azioni;

  • migliorare le capacità di autocontrollo e autoregolazione;

  • potenziare l’attenzione, la concentrazione e la memoria di lavoro;

  • rafforzare la resilienza e il processo decisionale;

  • sviluppare abilità sociali positive, come empatia, compassione, pazienza e generosità;

  • aumentare il successo accademico.

𝗜𝗻 𝗰𝗼𝘀𝗮 𝗰𝗼𝗻𝘀𝗶𝘀𝘁𝗲 𝗶𝗹 𝗹𝗮𝗯𝗼𝗿𝗮𝘁𝗼𝗿𝗶𝗼 ?

Le attività vengono svolte attraverso il mindful play”, in cui le pratiche di consapevolezza vengono proposte sotto forma di gioco con un linguaggio ludico per sollecitare la curiosità dei bambini. Il percorso è strutturato in 5 livelli per aiutare il bambino ad avvicinarsi alla mindfulness in modo graduale:

  • Conoscere il proprio cervello: Attraverso il gioco, il bambino scopre com’è fatto il proprio cervello, come funziona e come ogni parte reagisce in situazioni difficili, in modo tale da poter rispondere in modo adeguato.

  • Attenzione concreta sull'ambiente esterno: vengono proposte attività di esplorazione dell’ambiente circostante con l’aiuto dei 5 sensi, che aiutano il bambino a focalizzarsi in modo consapevole sull’ambiente esterno e su quello che accade intorno a lui.

  • Consapevolezza del proprio corpo: vengono proposte attività che coinvolgono direttamente i 5 sensi per focalizzarsi sul proprio corpo. In particolare, si riflette sul modo principale per avere consapevolezza del corpo, cioè concentrarsi sul respiro.

  • Consapevolezza del movimento: dopo aver preso coscienza del mondo esterno e del proprio corpo, ci si concentra su quello che il corpo può fare nello spazio attraverso azioni che i bambini compiono tutti i giorni. In questo modo, il bambino è più consapevole dei confini del proprio corpo nello spazio in rapporto con se stesso e con gli altri.

  • Consapevolezza del pensiero e delle emozioni: attraverso attività rivolte ai propri pensieri ed emozioni, il bambino impara ad assumere la posizione di spettatore imparziale dei pensieri difficili e scegliere di spostare la mente su dei pensieri piacevoli, aiutandosi con esercizi di respirazione.

 

206 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page